4 Ristoranti: Borghese alla scoperta della penisola sorrentina

Nella prossima puntata del programma lo chef andrà alla ricerca del ristorante che meglio cucina piatti di mare e piatti di terra

Se quest’estate avete intenzione di fare un salto nella penisola sorrentina, allora vi sarà molto utile guardare la prossima puntata di . Nel nuovo episodio in onda su Sky Uno, il 5 luglio, alle 21.15, andrà alla ricerca, infatti, del miglior ristorante di cucina di terra e di mare.

I ristoranti in gara nella penisola sorrentina

Ecco i 4 ristoranti che si sfideranno tra il profumo di limoni e la brezza di mare. Prendete appunti per le vacanze!

Il Verricello – Meta di sorrento
Claudia e Giancarlo sono i titolari di questo ristorante che, lei responsabile di sala e lui chef, considerano come il salotto di casa. Il locale, a pochi metri dall’acqua, può essere definito una “taverna di mare” dove si trova esclusivamente il pescato del giorno degustato in piatti semplici, ma eseguiti con maestria. Pomodorini, olio, e treccia sono i prodotti del territorio che non mancano mai. Il momento più spettacolare per accomodarsi ai tavoli del Verricello è al tramonto, perché il sole scompare all’orizzonte proprio davanti al ristorante.

Trattoria Emilia – Sorrento
Emilia si occupa dell’amministrazione e della sala nella trattoria fondata dai bisnonni nel 1947 e specializzata nella preparazione di piatti semplici e della tradizione, con porzioni abbondanti e saporite, tra cui molti piatti di pesce come gli gnocchi alle vongole e la frittura di paranza. Il ristorante si trova a Marina Grande, un antico borgo abitato da sempre da pescatori e marinai, ed è ospitato su una palafitta nel mare che guarda il .

La Marinella – Sant’Agnello (Na)
Mauro è il titolare e responsabile sala de La Marinella. Nato e cresciuto a Sant’Agnello, con orgoglio si definisce un “bagnino che si è fatto dal niente”. Il ristorante si trova all’interno di uno stabilimento balneare arroccato sulla costa e una parete della sala è fatta di roccia. Per raggiungere la struttura ci sono due modi: l’ascensore dalla piazza del paese oppure un’antica stradina romana da percorrere a piedi sempre partendo dalla piazza. Nella cucina del locale, grande attenzione viene rivolta agli elementi base dei piatti sorrentini: olio, pomodoro, pasta. Particolare la mise en place, con runner incrociati al posto delle classiche tovaglie, e bicchieri per l’acqua colorati.

Osteria Torre Ferano – Vico Equense (Na)
Camillo è “l’oste tutto fare” del locale. Lavora nella ristorazione da 28 anni e nel suo ristorante si occupa di tutto, dalla spesa alla cucina alla gestione del personale. Il ristorante, una torre in pietra risalente al ‘700 e posta in collina con una vista panoramica sul mare, è aperto tutto l’anno e offre cucina tipica sorrentina. Il pomodoro, ad esempio, domina le fresche insalate, i sughi della tradizione e i piatti di pesce.


Fonte: https://www.lacucinaitaliana.it/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta