Giovanni Ferrero è il più ricco d’Italia

L’amministratore delegato dell’azienda cuneese che produce la Nutella e le specialità Kinder ha un patrimonio personale di circa 22,4 miliardi di dollari, secondo la classifica di Forbes

La Nutella e le specialità Kinder sono diventati i pilastri di un impero, con stabilimenti in cinque continenti e 23500 lavoratori. Tanto che l’amministratore delegato e presidente esecutivo dell’azienda di Alba, Giovanni Ferrero, è l’uomo più ricco d’Italia, al 39° posto nella classifica dei «paperoni» di tutto il mondo stilata da . Il suo patrimonio personale netto è stimato intorno ai 22,4 miliardi di dollari. Maggiore rispetto a quello del patron di Luxottica Leonardo Del Vecchio (19,98 miliardi) e a quello di Stefano Pessina, Ceo di Walgreens Boot Alliance, al secondo e al terzo posto della graduatoria italiana.

Figlio di Michele Ferrero, morto nel 2015 a 89 anni, e di Maria Franca Fissolo, Giovanni è nato il 21 settembre 1964 a Farigliano, paese in provincia di Cuneo. Ha 54 anni e da più di 40 vive a Bruxelles, dove ha studiato alla scuola europea. Si è laureato in Marketing negli Stati Uniti e, nel 1997, è diventato amministratore delegato dell’azienda di famiglia, insieme a Pietro, il primogenito di Michele e della moglie. Dopo la morte del fratello, scomparso in Africa nel 2011, a 47 anni, per un infarto, Giovanni è diventato l’amministratore delegato unico della società, della quale suo padre Michele è stato presidente fino alla morte.

Riservato e schivo, geloso della propria privacy come il resto della famiglia, è sposato con Paola Rossi, funzionaria alla Segreteria della Commissione europea, e ha due figli: Michele e Bernardo. Vive a Bruxelles con la famiglia e, oltre a occuparsi dell’azienda, ama scrivere. Ha pubblicato otto libri, tra cui alcuni romanzi. Ed è convinto, come riferisce Forbes, che «l’attenzione ai bisogni dei dipendenti, alle loro famiglie, alla loro vita, anche quando smettono di lavorare, cementi una coesione sociale reciprocamente vantaggiosa».


Fonte: https://www.lacucinaitaliana.it/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta