in

In Svezia potete assaggiare il leggendario gelato Nobel

Solo presso il bistrot del Nobel Museum di Stoccolma è possibile assaggiare il Nobel Ice Cream, ispirato a una vecchia tradizione del celebre premio

Il leggendario dessert che veniva servito al banchetto della cerimonia del premio Nobel, soprannominato Nobel Ice Cream, è stato ricreato con maestria ed è ora disponibile esclusivamente presso il Bistro Nobel, la caffetteria del Museo del Premio Nobel a . È un’occasione ghiotta, in tutti i sensi, per rivivere in tutto e per tutto il glamour del premio Nobel e per scatenare le papille gustative con un gelato davvero speciale.

La tradizione del gelato da premio Nobel

Nel 1976, durante il pranzo di gala per il premio Nobel, venne creato un dessert per l’occasione e soprannominato il Nobel Ice Cream. Fu servito agli ospiti di ogni Nobel Banquet fino al 1998, allietando per anni le celebrazioni di tutto coloro che vennero insigniti del prestigioso riconoscimento. Il dolce, allora, aveva una singolare forma di bomba e consisteva in strati di gelato e sorbetto alla frutta, con combinazioni di sapori quali vaniglia-lampone e frutto della passione-ananas, il tutto ricoperto di zucchero filato e accompagnato a una decorazione commestibile a forma di “N”. Per rendere ancora più spettacolare il momento del dessert, i gelati venivano serviti ai tavoli da una parata di camerieri su vassoi con attaccate stelle filanti.

Il Nobel Ice Cream di oggi

Attualmente il celebre gelato fa parte del menu del Bistro Nobel, all’interno del Nobel Museum (Nobelmuseet) di Stoccolma, inaugurato nel 2001 in occasione del centenario del premio Nobel. La versione rivisitata e scenografica, in vendita solo ed esclusivamente qui, è composta da una “bomba” di gelato alla vaniglia, decorata con gelato al camemoro o lampone artico. Il dolce della vaniglia si sposa perfettamente con il gusto selvaggio e prelibato dei frutti di bosco, dolci ma caratterizzati da una nota astringente. Il Nobel Ice Cream viene servito, come da tradizione, direttamente al tavolo, e nel piatto, oltre al gelato, c’è una guarnizione di frutta fresca (fragole, mirtilli e alkekengi) o di zucchero filato, cui si aggiunge la vera novità del piatto: una moneta Alfred Nobel di cioccolato, simbolo dell’organizzazione del premio Nobel e del museo stesso.

Foto: Nobel Ice Cream (Nobel Museum Facebook)


Fonte: https://www.lacucinaitaliana.it/


Tagcloud:

Il segreto della piccata di pollo al limone è la farina!

Il celebre ristorante Noma potrebbe diventare vegetariano