in

Mare, il Tirreno è da “5 vele”, Pollica e la Sardegna al top. E arrivano anche i Comuni “plastic free”

Il Cilento, la Maremma e la Sardegna sono le regine del mare del 2019. Da Pollica a Castiglione della Pescaia e a Posada (Nu) sventolano le cinque vele della guida di Legambiente e Touring club italiano, presentata a Roma, che da questa edizione aggiunge anche il nuovo simbolo “plastic free”, assegnato ai Comuni più virtuosi in termini di tutela dell’ambiente: lo hanno ottenuto ben 32 località. 

Il Tirreno è il mare più bello e premiato; qui le cinque vele vengono assegnate a sette comprensori. Nella classifica delle Regioni la Sardegna è al primo posto, con cinque litorali al massimo del punteggio; seguono Sicilia, Puglia, Campania e Toscana. In testa alla classifica c’è il Cilento antico guidato da Pollica (in provincia di Salerno): a seguire il litorale della Maremma Toscana guidato da Castiglione della Pescaia (Grosseto), quindi la Baronia di Posada e il Parco di Tepilora (Nuoro), il litorale di Chia con Domus De Maria (Sud Sardegna), Baunei (Nuoro), l’Alto Salento jonico guidato da Nardò (Lecce), la Planargia con Bosa (Oristano), la Costa d’argento e l’Isola del Giglio (Grosseto), le Cinque Terre guidate da Vernazza (La Spezia). E ancora, l’isola di Pantelleria (Trapani), la Gallura costiera e l’area marina protetta di Capo Testa Punta Falcone guidata da Santa Teresa di Gallura (Sassari), la Costa del Mito e l’area marina protetta Coste degli Infreschi e della Masseta guidata da San Giovanni a Piro (Salerno), l’Alto Salento adriatico guidato da Melendugno (Lecce), la costa del Parco agrario degli Ulivi secolari guidata da Polignano a Mare (Bari), il litorale trapanese nord guidato da San Vito lo Capo (Traani) e l’isola di Ustica (Palermo).

 Posada, in Sardegna


Fonte: https://www.repubblica.it/ambiente


Tagcloud:

Francesco Monte si sarebbe già consolato dopo l’addio con Giulia Salemi: lei sarebbe Maria Jose

El Salvador, in fuga dalle gang