in

Arriva Influency, la app che regala sconti a chi condivide le foto dei piatti

 Pink is the new black

Il rosa è un colore “acchiappa like” (@elgordo_hamericas!.

Il VIP

Funziona, perché farsi una foto è bello, farsi un selfie con una celebrity è meglio (@garageitalia).

Più colori

I colori piacciono, quindi via libera a piatti coloratissimi. Il pokè spopola perché è bello da vedere. Poi sul fatto che sia buono da mangiare nutriamo ancora dei dubbi, ma cosa importa? (@ilovepoke.official)

Cura ogni dettaglio

Il diavolo, si sa, è nei dettagli. Se hai buon gusto, cura ogni particolare, dal piatto alla location. Rendi il luogo meraviglioso. La cucina? Non sarà più così importante… (@lubar).

La frase ad effetto

Una citazione, una frase, una poesia… basta che sia d’impatto. Finirà sui social come l’undicesimo comandamento (@temakinho).

Foodporn

Formaggio che cola, cioccolato che si scioglie, maionese, frittura che brilla di olio. Il segreto sono piatti che devono sapere di buono anche a distanza (@pavemilano).

La piscina

Se è infinity ancora meglio, la piscina piace sempre. Fa lusso, fa fuga, fa oasi in città (@ceresio7).

Le misure contano

Se la porzione è grande sui social piace di più (@fudbottega).

Il bagno figo

Per tutti gli appassionati di selfie, meglio mettere in bagno un bello specchio per fotografarsi. Un bel bagno diventerà popolarissimo (@we_are_pacifico).

La pizza

La pizza piace, sempre, comunque e ovunque (non solo in Italia). Quindi se ne fai una, non importa se è rivisitata, dolce, salata o sottosopra, avrà successo (@chef_carlo_cracco).

L'evergreen

Nel dubbio, aggiungi un avocado (@thebotanicalclub).

La vista perfetta

Il panorama è tutto, se poi è quello sullo skyline milanese ancora meglio (@radiorooftopmilan).

I muri colorati

Tappezzerie e disegni attirano l’attenzione attraggono la fotocamera. Non importa che cosa si finirà per mangiare (@shimokitamilano).

L’oggetto divertente

Ritornare bambini, appena per un attimo, con un oggetto ritrovato. Click! (@fondazioneprada).

Il barman tatuato

Insomma, se ha la barba, i tatuaggi e l’aria da cattivo ragazzo, piace. Non è una garanzia, ma i posti dove cucinano e miscelano anche bene esistono (@drymilano).

Lo sfondo giusto

Non è detto che si debba addobbare tutto il locale. Si può anche scegliere una sola parete e rendere quella “lo scatto perfetto” (@machacafemilano).

La luce giusta

Luci fioche e calde, ambienti accoglienti, candele romantiche hanno fatto il loro tempo. Così le foto dei piatti vengono male, sembrano tutti usciti dall’oltretomba. Ecco che allora l’illuminazione deve essere diretta sul tavolo e non così bassa(@contrastemilano_).

Rotondo è meglio

La foto su Instagram è quadrata, quindi tutto ciò che è tondo ci calza a pennello. Donuts, ciambelle, pizze e così via: da mettere nel menu (@paninidurini).

Il piatto che piace

Se il piatto è bello, verrà fotografato. Con quello che c’è dentro (@yojitokuyoshi).


Fonte: https://www.lacucinaitaliana.it/


Tagcloud:

Spaghetti con bottarga e limone salato

Masterchef sui Navigli: i concorrenti alla prova con la cucina milanese