Come riciclare la frutta secca: idee dall’antipasto al dolce

Se ne avete in abbondanza, avanzata dalle ultime feste, utilizzatela cucinandola in tanti piatti per un tocco di croccantezza e pienezza di sapore

Per le feste appena trascorse avete comprato a volontà che ora vi è avanzata e non sapete più come consumare? Se ci pensate siamo abituati a mangiarla a fine pasto, accompagnata da vassoi di mandarini o altra frutta fresca, senza considerare però che noci e nocciole, ma anche mandorle e pistacchi, sono un ingrediente super goloso per preparare primi piatti, secondi e soprattutto dessert. Si abbinano a creme di verdura, pasta fresca e risotti come a carni bianche, pesci e dolci al cucchiaio e non. Che dire poi delle torte salate?

Frutta secca e grassi insaturi: un binomio vincente

Sono forse i più conosciuti, gli , i cosiddetti grassi buoni, che fanno bene al cuore, oltre ad avere proprietà anti infiammatorie e antiossidanti. La frutta secca ne è ricchissima, per questo motivo sarebbe bene introdurla nella nostra dieta, facendo attenzione tuttavia alle elevate calorie che apporta: 30 g al giorno sono sufficienti per fare il pieno di nutrienti, senza sensi di colpa.

Primi, secondi e dolci: tutti con frutta secca

La frutta secca è un perfetto abbinamento per tutte le preparazioni in cucina. Si sposa benissimo come guarnizione per le creme di verdura, dà un tocco croccante ai sughi di paste e timballi e la sua granella arricchisce di sapore ogni risotto. Per non parlare dell’accostamento con carni delicate di pesce come quelle di una spigola o di un’orata cotte al forno, o, se preferite, di una noce di vitello o di scaloppine di maiale. E’ perfetta anche abbinata a un carrello di formaggi, dai più giovani ai più stagionati. E che dire dei dolci? Crostate, creme al cucchiaio o torte soffici sono ancora più invitanti, con l’aggiunta di noci, nocciole e affini. Tra tutte, non dimenticate la famosissima , perfetta anche per chi soffre di intolleranza al glutine, perché priva di farina. In ogni piatto noci, nocciole, pistacchi e mandorle (per citare soltanto la frutta secca più comune) aggiungono una nota crunch, oltre a rendere più pieni e rotondi i sapori.

Cucinare con la frutta secca: le nostre ricette

Nel tutorial scoprite qualche consiglio in più per utilizzare la frutta secca


Fonte: https://www.lacucinaitaliana.it/

Potrebbero interessarti

I commenti sono chiusi.