in

Dalla maionese ai pancakes: 5 ricette con l’aquafaba

Avete mai pensato di riciclare l’acqua dei ceci? Questo ingrediente povero e di scarto potrà esservi molto utile in cucina. Scopriamo come

Sapete cos’è l’aquafaba? Semplicemente è l’acqua di conservazione dei . La prossima volta che aprite una scatola di questi legumi, non buttatela: l’acquafaba può essere infatti riutilizzata in cucina in tante ricette.

Acquafaba, quale?

Per ottenere risultati straordinari vi suggeriamo di utilizzare l’acqua di governo dei ceci già pronti e conservati in vetro perché molto ricca di saponine e proteine. È quasi impossibile ricreare la stessa concentrazione di sostanze cuocendo da soli i legumi in casa, quindi scegliete un prodotto pronto e di altissima qualità per preparare le vostre ricette a base di acquafaba.
Preparare l’aquafaba in casa è possibile, ma l’acqua di cottura deve essere molto concentrata e deve riposare a lungo. Il risultato non sarà comunque lo stesso.
In alternativa all’acqua dei ceci si può utilizzare l’acqua di governo dei fagioli bianchi, rossi e neri.

Come utilizzare l’aquafaba

L’acquafaba deve essere fredda e va montata con una frusta elettrica per almeno 10 minuti per ottenere una consistenza compatta.
Se volete utilizzarla al posto delle uova in una ricetta dolce o salata considerate 3 cucchiai di aquafaba in alternativa a ogni uovo.
Essendo un addensante otterrete più o meno la stessa consistenza, oltre che impasti molto morbidi e più digeribili.
L’aquafaba poi non ha sapore e quindi può essere aggiunta un po’ ovunque.
Siete curiosi di provare?
Ecco 5 ricette facili e veloci da preparare. Sostituite le uova con l’acquafaba: vi assicuriamo che non ve ne accorgerete nemmeno.

Sfoglia la gallery

Meringhe

Una ricetta che vi lascerà di sicuro senza parole.
Queste meringhe sono vegane perché mancano le uova e si preparano con estrema facilità, soprattuto perché non si sgonfiano in cottura. Il risultato sarà friabile come una vera meringa di pasticceria.
Basta montare 150 ml di aquafaba con 165 g di zucchero a velo o zucchero di canna finemente tritato. A questo composto si possono aggiungere un po’ di cacao o della cannella o dei coloranti alimentari.
Con una sacca da pasticceria posizionate le meringhe su una placca rivestita con carta forno e cuocete in forno ventilato a 100° per 90 minuti e poi lasciatele raffreddare nel forno spento e leggermente aperto.

Maionese

Per preparare questa maionese delicatissima montate 100 ml di aquafaba con 250 ml di olio di semi aggiungendolo a filo lentamente.
 Potete dare un tocco di sapore in più con del succo di limone e un cucchiaio di senape.

Mousse dolce o salata

Con l’aquafaba montata a neve potete preparare delle deliziose mousse sia dolci che salate.
Aggiungete per esempio un cucchiaio di crema di nocciole o di crema al pistacchio per la versione dolce e del tonno, del salmone o del prosciutto cotto frullati per la versione salata e per farcire crostini e tartine.

Pancakes

Con questa ricetta potete sbizzarrirvi e creare versioni dolci e salate.
L’impasto base di questi pancakes si prepara versando in una ciotola 280 g di farina 2, 60 g di zucchero di canna (per la versione dolce), un cucchiaino di lievito e mezzo di bicarbonato. Unite poi 230 ml di latte di soia, 20 g di olio di semi di girasole, un cucchiaino di aceto di mele e mescolate con una frusta. Lasciate riposare l’impasto e intanto montate 100 g di aquafaba.
Mescolate i due composti lentamente e poi cuocete tutto in una padella antiaderente leggermente oliata e molto calda versando l’impasto con un mestolo.

Biscotti al cocco

Questi deliziosi biscottini sono facili da preparare e buonissimi da gustare a colazione o a merenda.
Potete anche farcirli a due a due con della crema di nocciole nel mezzo.
Per prepararli tritate 120 g di zucchero e aggiungete 50 g di farina, 80 g di latte e 150 g di farina di cocco.
A parte montate 80 g di aquafaba e aggiungete al resto.
Formate dei mucchietti di impasto e disponeteli su una placca da forno rivestita con carta forno.
Cuocete i biscotti per circa 20 minuti a 180°.

Avete visto quante cose si possono fare con l’acqua dei ceci?
Non vi resta ora che sfogliare la nostra gallery per gli ultimi consigli e poi, fruste alla mano, mettervi ai fornelli!


Fonte: https://www.lacucinaitaliana.it/


Tagcloud:

Blue Monday, che cos’è e i cibi per affrontarlo

La pizza rossa che salva la cena con gli amici