in

Il maritozzo è il nuovo trend (a Milano): ecco dove mangiarlo

Il maritozzo romano è il dolce del momento, a Milano e grazie alla nuova pasticceria Gelsomina. Il merito, delle influencer, di Instagram e di una imprenditrice. E il resto delle pasticcerie segue a ruota. Ecco dove trovarlo, fra versioni classiche, quelle creative di Iginio Massari o le salate per il brunch

Il maritozzo è diventato di tendenza. Ma non siamo a Roma. Siamo nella Milano della moda, del design, della fobia per i carboidrati e delle influencer. E solo proprio loro ad aver decretato che ora ci piacciono i maritozzi – rigorosamente con la panna. Un panino grande, soffice, dolce, ricco di burro, miele e uova, ripieno di panna montata. Un classico che non si neppure dire “tornato di moda”, perché a Milano non lo aveva mai fatto nessuno.

Il merito è di una ragazza, Ilaria Puddu, che però di lavoro non fa la pasticciera, ma l’imprenditrice. Socia di Stefano Saturnino, in sette anni insieme hanno aperto 35 locali e 7 brand, partendo da Panini Durini per arrivare ai vari Marghe, Pizzium etc. È loro anche Gelsomina, la pasticceria milanese che si è rivelata in pochi mesi un vero caso mediatico. Ha aperto nell’autunno 2018 e grazie ad una intelligente strategia social è the place to be del week-end milanese.
È tutto perfetto: tazzine della nonna, pareti scrostate senza intonaco, qualche pianta, tavolo social, arredo da giardino, la luce che entra dalle finestre, caffè e pasticceria artigianale di ispirazione siciliana. Brioche, tortine, cannolo e maritozzo: proprio lui è diventato il dolce più fotografato e condiviso del momento.

A pochi passi da Pavè, Gelsomina non può vantare la storia accattivante di impresa giovanile, di lacrime, sangue e gavetta, di un cambio vita grazie alla conversione alla pasticceria, del laboratorio a vista. Non ti stressano neppure sulla qualità sopraffina degli ingredienti e il nome del pasticciere (Marco Spera, lavorava da La Mantia ma lo sanno in pochi) non viene né comunicato né idolatrato. È un locale nato dall’intuizione di due giovani imprenditori che sanno quanto le “pasticcerie per tutto il giorno” saranno insieme al pane un nuovo trend. L’idea del maritozzo invece è solo di Ilaria. Si è chiesta perché a Milano non lo facesse nessuno, ed ecco la risposta. Doveva solo cominciare quello giusto.

Il maritozzo di Gelsomina.

Il maritozzo piace e piace anche ai clienti di Iginio Massari, che lo propone nella sua pasticceria in piazza Diaz in pieno centro. Per lui, campione mondiale di pasticceria, il maritozzo perfetto ha una pasta né gommosa né troppo dura, con una superficie lucidata da uovo e panna liquida. Ne aveva parlato a Meet Massari 2018, un tour d’Italia attraverso le sue tradizioni dolciarie che a Roma aveva dedicato ampio spazio al dolce tipico della capitale. La sua variante ha la panna e anche la panna montata, e lo serve con le posate.

Il maritozzo di Iginio Massari.

Se il maritozzo di Massari non è ancora arrivato nei feed delle influencer, lo serve anche Filippo La Mantia che nella sua pasticceria siciliana fa così uno strappo alla regola nei confronti di cassate e arancini.

Il maritozzo di Filippo La Mantia.

Ci prova a sfondare sui social “L’Americano che amava le brioche” locale in zona Isola (nuova apertura da febbraio 2019) dove li si trova classici o salati e farciti con uova strapazzate e bacon, per la colazione all day long, o Maritozz-hot con wurstel e ketchup.

I maritozzi di Un Americano che amava le brioche.

Il sito Scatti di Gusto ha fatto una ricerca, e ne ha trovati altri tre alla Pasticceria San Gregorio, Marlà e la Pasticceria Eoliana e lo servono anche da Abbottega, locale di ispirazione romana.

Ad oggi abbiamo mappato questi, ma senza alcun dubbio sono solo i primi.


Fonte: https://www.lacucinaitaliana.it/feed/


Tagcloud:

Burratine con melanzana e tonno e pomodori al basilico

Il salmone fa ingrassare? Consigli e calorie