in

Pomodori ripieni freddi: perfetti per l’estate!

Sono un classico della cucina estiva, quando nell’orto le verdure danno il meglio di sé e quando non si ha voglia di piatti caldi e troppo elaborati

I pomodori ripieni freddi sono un piatto perfetto per questo periodo di caldo torrido: sono freschi, appunto, si cucinano in poco tempo e per prepararli non è necessario accendere il forno! Sono un piatto estremamente versatile, perché si possono farcire con tantissimi ingredienti, dai cereali alle verdure, dalla carne al pesce alle uova. E portare in tavola come antipasto, come piatto unico o accompagnamento per un secondo leggero. Per prepararli, inoltre, potete scegliere più varietà di pomodori, secondo i vostri gusti.

Ti potrebbe interessare:

Quale pomodoro scegliere

Ramati, ciliegini, datterini, camoni sardi, costoluti. Sono tanti i pomodori ideali da farcire, ognuno con un sapore particolare, più dolce, come i datterini, o più asprigno, come il camone sardo. Per levarvi dall’imbarazzo della scelta, è fondamentale decidere prima come intendete farcirli e se preferite servirli come sfiziosi finger food (in questo caso scegliete datterini o ciliegini), o come un piatto unico o come accompagnamento (per queste ricette meglio i ramati o costoluti). Prendeteli, lavateli, tagliateli a metà se piccoli, o a 3/4 se grandi, togliete via i semi e lasciateli a testa in giù, appoggiati a una teglia, perché perdano l’acqua, per 30 minuti. Trascorso questo tempo, asciugateli e iniziate a farcirli.

Pomodori ripieni freddi: tutte le farce possibili

Le farce per i pomodori freddi possono essere crude o cotte. L’importante è che ci sia una parte grassa o con dell’amido, per creare un legante tra i vari ingredienti. Quindi benissimo l’olio, le uova, una crema (la maionese, per esempio), o cereali come riso, farro, orzo. Nel caso di questi ultimi, li si deve cuocere prima, lessandoli, e poi unire agli altri ingredienti.

E ora qualche ricetta per preparare i pomodori freddi ripieni!

Con le melanzane e i capperi

Facile da preparare e molto gustoso questo ripieno: per prima cosa prendete una melanzana, tagliatela a metà per il lungo e incidetene la polpa a griglia. Mettetela in forno per 20 minuti a 180°. Quando sarà morbida, scavatela con un cucchiaio e mettete la polpa in una ciotola con un filo di olio. A parte pulite e tagliate a pezzetti un peperone, mettetelo a soffriggere in una padella con olio, un trito di cipolla, uno spicchio di aglio pelato e un cucchiaio di capperi dissalati. Unite poi la polpa delle melanzane, mescolate e aggiustate di sale. Prendete ora i pomodori ramati, tagliate via le calotte, svuotateli da semi e polpa e riempiteli con le verdure saltate. Serviteli con foglioline di basilico spezzettate.

Con orata e pesto

Prendete quattro filetti di orata, fateli cuocere in una padella con un filo di olio e poco sale e quando saranno cotti, spellateli e riduceteli a pezzettini con un forchetta. Unite al pesce quattro cucchiai di pesto già pronto e mescolate sino a ottenere un composto omogeneo. Tagliate via la calotta dei pomodori ramati, con l’aiuto di un cucchiaino svuotateli di polpa e semi, metteteli a testa in giù appoggiati a un tagliere per 30 minuti e dopodiché asciugateli con della carta assorbente e farciteli con la crema di orata e pesto.

Con carne macinata

Un classico della cucina: pomodori e carne trita. Per prima cosa pulite e tagliate a pezzetti una zucchina, fatela appassire in una padella con un trito di cipolla, dell’olio e uno spicchio di aglio. Quando sarà dorata, unite della carne macinata di bovino, e fate cuocere per una decina di minuti. Fuori dal fuoco aggiungete un cucchiaio di Parmigiano, basilico fresco e aggiustate di sale. Togliete lo spicchio di aglio. Mescolate bene e poi farcite dei pomodori ramati cui avrete tolto la calotta e i semini interni. Servite su un piatto da portata con foglie di lattuga.

Con burghul e peperoni

Un piatto molto nutriente, che può essere l‘unica portata di un pranzo estivo. Mettete il burghul in una ciotola e copritelo con del brodo vegetale bollente, unite della menta fresca e coprite con della pellicola. Prendete una zucchina, un cetriolo e un peperone, puliteli, togliete i semi (che dovete conservare) e tagliateli a pezzetti. Togliete la calotta ai pomodori ramati, scavateli con un cucchiaio e togliete i semi. Uniteli a quelli delle altre verdure e frullateli con delle foglioline di menta, di basilico, a un goccio di tabasco, 2 cucchiaini di olio e uno di limone. Mettete le verdure tagliate a macerare in questo composto per un’ora. Dopodiché scolate le verdure e unite tutto al burghul, mescolate e farcite i pomodori con questo ripieno.

Con baccalà

Scegliete del baccalà già dissalato, fatelo cuocere in una pentola con poco olio e poi aggiungete del basilico tritato. Una volta cotto, frullate tutto, aggiungete delle olive taggiasche denocciolate, qualche pinolo tostato, qualche cucchiaio di olio e mescolate bene, per ottenere un composto morbido. Togliete la calotta ai pomodori ramati, scavateli e privateli dei semi e riempiteli di baccalà. Decorate con qualche oliva intera.

Sfogliate il tutorial e scoprite tante altra idee per farcire i pomodori ripieni!

Stuffed cherry tomatoes


Fonte: https://www.lacucinaitaliana.it/feed/


Tagcloud:

I rifiuti di plastica diventano musica al Jova Beach Party

Dolci estivi da fare in meno di 50 minuti