Tre buoni motivi per andare a Olio Officina Festival

Torna l’atteso appuntamento con il Festival dell’olio, per imparare a conoscere e apprezzare questo condimento così ricco di nutrienti e di storia

Torna l’appuntamento con Olio Officina Festival, il Congresso ideato da Luigi Caricato sull’olio extravergine, con seminari, degustazioni e work shop per imparare a scoprire e conoscere sempre di più l’affascinante universo di un condimento così centrale per l’alimentazione italiana. Tra le tante novità dell’ottava edizione (in programma il 31 gennaio, l’1 e 2 febbraio al Palazzo delle Stelline di Milano), il cui tema portante è “Nostra Signora Pubblicità”, vogliamo segnalarvene tre per non farvi mancare questo appuntamento.

Una nuova strategia di comunicazione

Sebbene l’olio sia un alimento e un prodotto conosciuto e molto utilizzato dai consumatori, non si sa comunicare bene. Con una storia millenaria alle spalle, nel corso degli anni l’olio è divenuto qualcosa di nuovo rispetto al passato, di molto più fruibile e migliore. Questo cambiamento però non è stato comunicato ed è per questo che è stato delineato un percorso nuovo, con l’aiuto dell’Accademia di Comunicazione di Milano. Negli spazi del Palazzo delle Stelline sarà così possibile conoscere le nuove strategie di comunicazione messe a punto da un team di giovani creativi guidati dal direttore Antonio Mele. si potranno vedere manifesti ma anche spot televisivi completamente rinnovati nell’impostazione, per dare un colore nuovo all’anima di un elemento così prezioso per la nostra salute.

Capire come si costruisce il prezzo di una bottiglia di olio extravergine

E’ sempre difficile districarsi tra tante varietà (e prezzi) di oli extravergini di oliva presenti sugli scaffali della grande distribuzione. Spesso le informazioni riposte sulle etichette non sono esaustive e non aiutano a fare chiarezza. Con l’aiuto dell’esperto di marketing Massimo Occhinegro, partendo da uno studio del Consiglio oleicolo internazionale, si potranno individuare le modalità per comprendere in modo scientifico e inoppugnabile quella che si può definire la “costruzione di un prezzo”, ovvero il processo che porta a definire il prezzo di una bottiglia d’olio extra vergine di oliva sullo scaffale. In questo modo sarà più semplice scegliere l’olio giusto rispetto a ogni esigenza di consumo, stando certi di portare in tavola un prodotto di qualità al giusto prezzo.

Degustare…le olive

Si sono sempre degustati gli oli ma le olive da tavola quanto si conoscono? Grazie all’intervento di Roberto De Andreis si potranno degustare alcune tipologie di olive per capire in cosa differiscono da quelle utilizzate nel frantoio per produrre un olio particolare.  Verrà anche presentato il libro L’assaggio delle olive da tavola, edito da Olio Officina. In un momento in cui si impara a degustare di tutto, anche le olive da tavola chiedono una maggiore consapevolezza!

E per finire, abbiamo chiesto all’ideatore di Olio Officina Festival, Luigi Caricato, un consiglio su quale appuntamento non perdere a Olio Officina: “In un’epoca in cui ci sono soltanto muri, si pongono sempre ostacoli nelle relazioni interpersonali, penserei a un workshop sugli oli del mondo. Ci sono oli prodotti in Giappone, dove sino a qualche decennio fa non c’era nemmeno l’olivo. Ora lì si produce un olio meraviglioso. Un work shop così aiuta ad avere  un approccio stimolante, ad aprirsi a produzioni sconosciute e molto lontane da noi, come quelle cilene, argentine e giapponesi. Si capiscono molte dinamiche, osservando e conoscendo le produzioni lontane da noi. Per esempio, è curioso scoprire la differenza tra ciò che avviene in Italia e in Giappone: lì hanno un approccio volto a una conoscenza profonda del prodotto, nel senso che anche il consumatore comune ha una conoscenza più specifica, volta ad acquistare l’olio più eccellente. Cosa che purtroppo non accade ancora da noi, nonostante l’olio d’oliva sia quasi connaturato alla nostra cultura. Uno spunto su cui riflettere, non credete?”.

L’appuntamento è per il 31 gennaio, 1 e 2 febbraio a Olio Officina Festival, Palazzo delle Stelline, Corso Magenta 61, Milano.


Fonte: https://www.lacucinaitaliana.it/

Potrebbero interessarti

I commenti sono chiusi.