in

Lotta alla plastica, case e strade sicure: gli studenti danno lezione di educazione civica

Gli alunni della primaria “La Pieve” di Castelnuovo Monti, nel Reggiano, hanno fotografato le impronte sulla sabbia del gabbiano, del cavallo e del cane. E quelle di chi abbandona sacchetti di plastica in spiaggia: “L’idiota”, scrivono. “Abbiamo un motto: la sicurezza si costruisce”, ripetono gli studenti dell’Istituto comprensivo Egisto Paladini di Treia: lo hanno fatto, con i mattoncini Lego hanno costruito dei modelli di case antisismiche e poi sono andati al mercato del paese in provincia di Macerata a spiegarlo agli anziani: meglio prendere le scale solo quando la scossa è terminata, rimanere sotto gli architravi e i tavoli… Poi ci sono gli alunni di Policastro Bussentino, in provincia di Salerno, che suggeriscono la colazione perfetta da fare al mattino. E i ragazzi del liceo scientifico Genoino di Cava de’ Tirreni che fanno una mini-inchiesta sulla storia infinita del sottopasso e delle rampe del Trincerone. Ecco il Premio “Vito Scafidi”, promosso da Cittadinanzattiva e consegnato oggi a Roma all’Istituto della Enciclopedia Italiana.


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/scuola_e_universita/rss2.0.xml


Tagcloud:

“Prima gli studenti italiani”, scontro sulle parole del ministro dell'Istruzione Bussetti

Impronte digitali a scuola, la lettera dei presidi al governo: “Ingiustificata umiliazione”