in

Baku, la citta' del vento – Azerbaijan, la terra del fuoco

Baku, la citta’ del vento – Azerbaijan, la terra del fuoco

stato: azerbaijan (az)

Data inizio viaggio: lunedì 26 agosto 2019
Data fine viaggio: sabato 31 agosto 2019

Vento impetuoso, anche metaforicamente. Negli ultimi 25 anni il volto dell’Azerbaijan è mutato, e nei prossimi anni è destinato a diventare irriconoscibile… il che non è sempre un bene….
Baku. DOVE??? In Azerbaijan. DOVEEE??? Ai più sembrava uno scherzo la nostra risposta. Alcuni credevano non esistesse. Buona parte di chi ci chiedeva dove avessimo intenzione di passare le vacanze estive non ne aveva mai sentito parlare, né sapevano trovarla su una cartina. Solo pochi sportivi immediatamente collegavano il nome all’immagine dell’ormai celeberrimo Gran Premio di Formula 1. Le cartoline più conosciute di Baku son quelle che ritraggono le alte mura ed una delle porte di accesso alla città vecchia; simbolo della città è il complesso delle Flame Towers.
Baku. PERCHE’? Perchè no? Il 2019 ha visto me e consorte tornare in Africa dopo anni, e il Madagascar è un viaggio impegnativo (anche economicamente); considerato che le ferie riesco a pianificarle solo dopo Ferragosto, ed un altro viaggione avrebbe costi improponibili, valuto le alternative a medio raggio, tra quelle cui da tempo rivolgo attenzione. Considero tra 5 e 7 giorni massimo di vacanza. Troppo pochi per Israele, troppi per visitare Beirut; valuto le Seychelles, ma la proposta viene bocciata dalla consorte. Rimangono papabili Kiev o Baku, al limite Tbilisi. E’ la sorte a decidere, questa volta vogliamo viaggiare di giorno senza scali aeroportuali notturni, e spendere poco; c’è da utilizzare 2 biglietti premio della Turkish, e la scelta ricade quindi sulla meta più lontana tra le finaliste. L’hotel, il Seven Boutique di Baku, costa circa 55 euro a notte con colazione; la città è visitabile a piedi, o con metro e taxi; le escursioni nei dintorni son prenotabili con Viator a prezzi modici; la cucina azera è eccellente, e per tutte le tasche. In termini di sicurezza, non abbiamo nulla da temere. Affare fatto ! Si parte il 26 agosto.
Baku. COSA C’E’ DA VEDERE ? Domanda posta con scetticismo da tutti ! Lo leggeremo di seguito. Anticipo solo che il volto dell’Azerbaijan sta cambiando con velocità sorprendente, per cui si scoprono o si creano ogni giorno nuovi siti di interesse; negli ultimi anni si è tentata una grande operazione di promozione turistica della capitale e dell’intera nazione. Oltre ad organizzare annualmente il Gp di Formula 1, nel 2019 si è ospitata la finale di Europa League di calcio, e prima campionati di boxe, volley, l’European song contest, la prima edizione dei “Giochi Europei”; si son persino svolte qui le olimpiadi di scacchi !! e l’elenco non si esaurisce qui… si è tentato di portare in Azerbaijan anche Expo e numerose altre manifestazioni, ed altre son in corso nel momento in cui scrivo questo diario.
In appena 6 giorni/5 notti scopriremo la capitale Baku e i più rinomati centri di interesse limitrofi. In città abbiamo programmato escursioni autonome, per visitare il resto della penisola di Abesheron ed il Qobustan ci avvarremo del tour operator Azerbaijan Travel International, prenotato per il tramite di Viator (95 euro per 2 persone). Visti turistici ottenuti on line dal sito ufficiale al costo di euro 42 circa (48 dollari).

Condividi questo articolo se ti è piaciuto…

Italia – Azerbaijan

lunedì 26 agosto 2019

Si parte. In 2, numero perfetto. Aeroporto di Fontanarossa ore 9.10. Scalo ad Istanbul, si atterra alle 12:30 con ripartenza alle 17:15 per Baku. Atterriamo in ritardo in Azerbaijan verso le 22 ora locale (2 ore di fuso rispetto all’Italia); veloci operazioni in aeroporto di controllo passaporto e visto; ufficio cambi nell’area ritiro bagagli (1 euro 1,80 manat). Nella hall ad attenderci c’è l’autista inviatoci dall’hotel (27 manat la corsa). Il Seven Boutique Hotel è un appartamento con poche stanze all’interno di un imponente stabile a 50 metri da piazza delle Fontane; gli spazi comuni sono limitatissimi, la sala colazione non riesce ad accogliere comodamente 10 persone assieme; stanza spartana; qualche appunto da fare sulla pulizia degli asciugamani. La prima sera non ceniamo, né usciamo per visitare la città, preferiamo sperimentare doccia, condizionatore e materassi…


Fonte: https://www.viaggiscoop.it/feed/rss_continente.aspx?s=Europa


Tagcloud:

Mangiare il tartufo alla Fiera del Tartufo Bianco d’Alba: la guida per neofiti

Che sapore ha l’autunno in Alto Adige?