in

Il Principe Carlo è positivo al Coronavirus, paura per la Regina Elisabetta

Il , figlio della , è positivo al Coronavirus. Charles, questo il suo nome in inglese, ha fatto il tampone in Scozia dopo aver mostrato i primi sintomi della malattia. Lui e la moglie Camilla sono infatti da qualche giorno in auto-isolamento nella nazione dell’estremo nord della Gran Bretagna. Attualmente il 71enne non ha un quadro clinico preoccupante, ma è noto che il Covid19 può evolvere velocemente e diventare mortale anche nel giro di poche ore.

Il Principe Carlo, 71 anni, ha il Coronavirus: si teme che possa averlo contratto anche la Regina Elisabetta, 93Il Principe Carlo, 71 anni, ha il Coronavirus: si teme che possa averlo contratto anche la Regina Elisabetta, 93

In un comunicato ufficiale la famiglia reale ha fatto sapere: “Secondo le linee guida del governo, il Principe Carlo e la Duchessa (Camilla, ndr) sono in auto-isolamento nella loro casa in Scozia. I test sono stati eseguiti dal Sistema Sanitario Nazionale nell’Aberdeenshire (una regione scozzese, ndr) dove entrambi rientravano nei criteri per richiedere il tampone. Non è possibile riuscire a capire da chi Carlo abbia contratto il virus dato il grande numero di incontri ufficiali che ha portato avanti nelle recenti settimane come membro della famiglia reale”.

Adesso la paura dei sudditi britannici è che anche la Regina Elisabetta stessa possa aver contratto il pericoloso virus, che uccide soprattutto le persone anziane (ma non solo). Lei è da qualche giorno in isolamento a Windsor, ma non è chiaro quando sia stata l’ultima volta che ha incontrato il figlio. Certo è che se già Carlo è sicuramente nel gruppo a rischio di morte dopo il contagio, essendo anziano e di sesso maschile, anche la Regina, che il prossimo 21 aprile compirà 94 anni, potrebbe non sopravvivere ad un eventuale attacco del Covid19.


Fonte: http://feeds.feedburner.com/gossipnews/news

Costanza Caracciolo e Bobo Vieri genitori bis: è nata Isabel

Cristina Parodi e Giorgio Gori riportano le figlie a Bergamo in piena emergenza Coronavirus