in

Come organizzare un viaggio senza la plastica monouso

Evitare l’uso della plastica usa e getta come bottiglie e buste di plastica è già abbastanza difficile a casa ma è particolarmente arduo quando si è in viaggio. Quando si viaggia si cerca di stare leggeri, ed è normale prendere al volo un panino confezionato e una bottiglietta d’acqua. Ma eliminare la plastica monouso in viaggio è più semplice di quanto pensi, persino in un Paese straniero senza acqua potabile. 

Ho deciso di fare questa prova in Belize, un Paese che non è estraneo al turismo ecologico. Il suo governo ha annunciato il divieto delle principali plastiche monouso come buste e cannucce nel 2019. E l’UNESCO ha eliminato la Barriera corallina del Belize dalla lista del Patrimonio mondiale in pericolo, dopo anni di azioni atte al ripristino della salute a lungo termine della barriera stessa.

Questa mentalità green si è sviluppata anche su scala locale: è stato bellissimo visitare piccole città come Punta Gorda, dove una bibita in bottiglia di vetro è più economica di quella nella plastica, perché le bottiglie di vetro possono essere igienizzate e riutilizzate. Immagina se su ogni 30 centimetri di costa nel mondo fossero ammucchiati cinque sacchetti di plastica della spesa, ognuno pieno di rifiuti di plastica. Questa è la quantità di rifiuti di plastica che va a finire nei nostri oceani ogni anno, ed è un’immagine sconcertante. 

Tra gli oggetti in plastica monouso troviamo buste di plastica, contenitori e posate per cibo da asporto, cannucce, le piccole confezioni di shampoo in dotazione negli hotel, bottigliette d’acqua in plastica, bicchieri di plastica e l’imballaggio di praticamente tutto ciò che di commestibile si trova in un aeroporto. Come si possono esplorare fiumi, foreste e isole di un Paese senza utilizzare nessuno di questi oggetti? 

Ho intrapreso un viaggio di nove giorni per tentare di fare proprio questo. Ora, con l’esperienza fatta nella pianificazione, e avendo imparato molto durante il viaggio stesso, condivido con voi i miei consigli. 

Il kit di base. Per ridurre la quantità di rifiuti, c’è bisogno di un po’ di preparazione, ma non troppa. Ogni viaggio è diverso e può rendere necessari determinati oggetti, ma nel caso specifico, questo è quello che mi sono portata in Belize: una busta della spesa riutilizzabile, un contenitore per alimenti pieghevole, sapone e shampoo solidi, posate di bambù, una cannuccia di vetro, due borracce e una SteriPen per purificare l’acqua. 


Fonte: http://www.nationalgeographic.it/rss/all/rss2.0.xml


Tagcloud:

Giulia De Lellis in pubblico con l’acne: ecco cosa ne pensa Andrea Damante

Ramona Badescu torna in tv e piange: ecco perché