in

Emergenza insegnanti di sostegno: uno su due è precario

ROMA. Emergenza sostegno in Italia. Quasi metà dei docenti in servizio quest’anno sono supplenti. Un record che nelle regioni settentrionali assume proporzioni imbarazzanti. Perché alla carenza cronica di specializzati per il settore, al Nord si aggiunge l’esodo verso le regioni meridionali di migliaia di insegnanti che a settembre hanno approfittato delle Assegnazioni provvisorie (incarichi di un solo anno anche in un’altra regione) per avvicinarsi a casa. Lasciando vacanti un gran numero di cattedre che vengono affidate a supplenti. Ad accorgersi della precarietà di un organico in continuo aumento alunni e genitori costretti ad assistere ogni anno e, in alcuni casi anche più volte nell’arco dello stesso anno, al balletto dei docenti di sostegno. Una emergenza che costituirà uno dei primi problemi da affrontare il neo ministro dell’Istruzione, , quando si siederà nello scranno più importante di viale Trastevere. Scuola


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/scuola_e_universita/rss2.0.xml

Governo, il ministro Fioramonti si dimette con una lettera a Conte: pochi fondi per l'istruzione

Dai concorsi alla Maturità: i dieci punti della neo ministra alla scuola